Portfolio

RING

Valentina: tutta casa letto e chiesa

Incontro con Valentina Lodovini

valentina lodovini

MODERA

Boris Sollazzo

DOVE

Sala Pasolini

QUANDO

24 ottobre 2022, h 20:00

Ingresso Gratuito

L’incontro è trasmesso anche in diretta streaming.

Titolo irriverente? No, il ricordo di una pièce in cui Valentina Lodovini mostra (pre)potente tutto il suo talento, dividendosi in quattro personaggi femminili che vanno oltre ogni stereotipo, esattamente come fa lei, scegliendo autori, generi, visioni che le consentano sempre di smarcarsi da ogni cliché. Cinema, tv, teatro sono solo diversi campi da gioco in cui non rinuncia mai a mettersi alla prova, ad alzare l’asticella, a sfidare una bellezza straordinaria con il carisma di chi cerca in ogni lavoro un dettaglio in più. Protagonista o comprimaria, lascia sempre la sua firma, dal dramma civile alle piccole tragedie di provincia, dalla commedia blockbuster a quella indie, da Marco Risi a Paolo Sorrentino, da Francesca Comencini a Carlo Mazzacurati, da Luca Miniero a Alessandro Genovesi, ha saputo incidere in ogni opera che ha interpretato. Spesso con donne altre, diverse, a volte spezzate.

Valentina Lodovini

Fin dagli esordi cerca di coniugare cinema, teatro e televisione. Nel 2004 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e nel 2006 debutta al cinema con Paolo Sorrentino nel film “L’amico di famiglia” (in concorso al Festival di Cannes 2006). Sempre nello stesso anno partecipa al film di Francesca Comenicini “A casa nostra” (in concorso alla Festa del Cinema di Roma). Nel 2007 è la protagonista del film “La giusta distanza” per la regia di Carlo Mazzacurati. Per la sua interpretazione nel ruolo di Mara ottiene l’anno seguente una candidatura ai David di Donatello e si aggiudica il Premio Biraghi. Sempre nel 2007 è la protagonista in Germania del film “Pornorama” di Marc Routhemund. Nel 2008 partecipa al film di Daniele Vicari “Il passato è una terra straniera” anche questo in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2008,  e al film di Anna Negri “Riprendimi”. Nel 2009 appare sul grande schermo in “Fortapàsc” di Marco Risi – il film su Giancarlo Siani, il giornalista de Il Mattino ucciso nel 1985 dalla camorra – e con “Generazione 1000 euro” di Massimo Venier. Grazie a queste due interpretazioni, vince il Ciak d’oro come “rivelazione dell’anno”. Il 2010 è l’anno che la consacra al botteghino. È la protagonista de “La donna della mia vita” di Luca Lucini e della commedia campione d’incassi in Italia “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero. Nel 2011 vince il David di Donatello come migliore attrice non protagonista per l’interpretazione in “Benvenuti al Sud” e presenta al Festival di Venezia il film “Cose dell’altro mondo” di Francesco Patierno. Nel 2012 è nel sequel “Benvenuti al Nord”, sempre per la regia di Luca Miniero e nell’opera prima di Fabio Mollo “Il sud è niente”. Nel 2013 è al cinema come protagonista del film di Marco Ponti “Passione sinistra”, sul set de “I milionari” di Alessandro Piva. Il 2014, al Festival del cinema di Roma è protagonista di tre pellicole: “I milionari” di Alessandro Piva”, “Tre Tocchi” di Marco Risi e “Buoni a nulla” di Gianni Di Gregorio. Lo stesso anno torna a teatro con lo spettacolo di Marco Travaglio “È stato la Mafia”, in cui legge i brani di Calamandrei, Pasolini, Gaber e Pertini. Nel 2015 torna al cinema con la commedia di Giovanni Veronesi “Una donna per amico”. Nel 2020 è protagonista di “Cambio tutto” di Guido Chiesa e di una sorta di sequel di “10 giorni senza mamma” (2019) con “10 giorni con Babbo Natale” sempre di Alessandro Genovesi.

logo

SALERNO
22_29 ottobre 2022

TEMA GUIDA:
CONFLITTI